Alla ricerca dell’oro

In qualità di Partner Wildix, hai accesso a una vasta gamma di informazioni di marketing, assistenza e risorse. Con tutti questi strumenti a portata di mano, stai sfruttando appieno queste risorse per aumentare le tue strategie di marketing? Dai un’occhiata alle opzioni di marketing che puoi iniziare a utilizzare! 

Marketing kit

Il Wildix Marketing Kit è completamente gratuito per i nostri partner ed è pieno di strumenti utili creati per aiutarti a coinvolgere i clienti. Molti dei nostri materiali di marketing sono progettati per integrare perfettamente il marchio Wildix nel tuo sito web, nelle pagine di social media o in altre attività di marketing digitale. Troverai anche foto  e immagini dei prodotti e modelli grafici per personalizzare i tuoi contenuti.

Sappiamo che ora più che mai è difficile vedere i tuoi contenuti e tutto il materiale di marketing digitale è progettato per trovare il favore del tuo utente finale ideale. Le risorse di digital marketing abbondano di articoli come la nostra brochure digitale, email di esempio per gli utenti finali e informazioni approfondite sullo Smart Working.

Se stai cercando ispirazione per una presentazione, c’è un kit di presentazione con tutto ciò di cui hai bisogno per impostare la tua presentazione di vendita, inclusa una presentazione per l’utente finale insieme a uno script che espone tutto ciò che i tuoi clienti devono sapere sul sistema Wildix, in un contesto pensato per aiutare il tuo team ad apparire al meglio.

Con tutti coloro che sperimentano la fatica dei webinar, un notevole aumento delle e-mail e la difficoltà a convincere le persone al telefono, avere un impatto sui tuoi potenziali clienti è fondamentale per attirare la loro attenzione e, quindi, far crescere la tua attività. Pertanto, assicurati di inviare loro i contenuti migliori la prima volta.

Blog, notizie e casi studio

Wildix impiega un team a tempo pieno per scrivere di tutto, dai libri ai blog post. L’obiettivo è fornire ai nostri partner le informazioni più importanti quando si tratta di aggiornamenti, nuove versioni di prodotti e utenti finali, il tutto in modo che gli sforzi di vendita e marketing vadano a buon fine.

Il blog di Wildix è costantemente aggiornato con le informazioni più rilevanti nello spazio UCaaS, e tutto questo non solo funziona per informarti, ma può essere trasformato nel tuo materiale di marketing. Quando trovi un blog post particolarmente interessante, puoi facilmente riproporlo. Se utilizzi i social media, condividi il link con una tua riflessione aggiunge un tocco personale. Collegare la tua azienda a contenuti esterni è un ottimo modo per mostrare ai clienti e ai potenziali clienti che sei aggiornato sulle informazioni del settore. Condividere un post sul blog del tuo sito web è un modo semplice per colmare eventuali lacune nel contenuto. Tuttavia, quando condividi post del nostro blog sul tuo sito web, ti chiediamo di indicare che è apparso per la prima volta sul sito web di Wildix. Puoi trovare ulteriori informazioni sulla condivisione di contenuti di terze parti qui.

La sezione news del nostro sito web è un ottimo strumento per mostrare ai tuoi potenziali clienti quello che gli altri dicono di Wildix. Includiamo regolarmente menzioni di Wildix in pubblicazioni multimediali, podcast e webinar, oltre agli annunci sui premi vinti dalle nostre soluzioni. Sono anche disponibili comunicati stampa che descrivono la nostra crescita e gli aggiornamenti di nuovi prodotti e forniscono ai potenziali clienti ancora più informazioni sulla crescita che Wildix sta vivendo, mentre tanti altri fornitori sono in fase di chiusura, o addirittura hanno già chiuso.

I casi studio abbondano sul nostro sito web e ti invitiamo a utilizzarli nelle tue presentazioni di vendita. I nostri responsabili marketing e copywriter raccolgono le storie degli utenti finali di tutto il mondo per mostrare esattamente come le aziende mettono a frutto la soluzione Wildix. Commercio e servizi, industria, servizi pubblici, finanze, turismo e trasporti: puoi mostrare ai tuoi potenziali clienti come aziende come queste siano state in grado di adattare con successo il sistema Wildix alle loro esigenze. Sentiti libero di utilizzare questi esempi per mostrare ai tuoi potenziali clienti come possono trarre vantaggio dalla soluzione Wildix!

Supporto marketing

Il responsabile marketing della tua regione è disponibile per aiutarti a ottenere il massimo dalle tue strategie di marketing. Che tu stia cercando una semplice guida per iniziare, una revisione approfondita del tuo sito web o una conoscenza approfondita delle campagne di marketing digitale, il tuo Wildix Marketing Manager è a disposizione per aiutarti.

Spesso i nostri partner ci raccontano che non sanno da dove cominciare con il loro marketing, per questo vogliamo intervenire e fornire assistenza. I limiti della tua azienda in termini di esperienza di marketing o larghezza di banda dei dipendenti non devono essere un ostacolo. Siamo qui per creare un piano di marketing su misura per soddisfare le tue esigenze! Andare incontro ai nostri partner è una parte cruciale dell’offerta di assistenza, che non è invadente.

 

Per contattare il tuo responsabile marketing e ricevere assistenza, fai clic qui.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

4 consigli per organizzare la Posta in arrivo in gmail

Sempre più, sembra che se c’è bisogno di contattare qualcuno in un contesto aziendale, è probabile che ciò avvenga tramite e-mail.

E, se dobbiamo seguire i dati recenti sulla scelta dei clienti, è probabile che tu stia utilizzando Gmail per comunicare. 

Fonte: Litmus Email Analytics

Per lavorare in modo efficiente, quindi, è utile sapere esattamente come organizzare una casella di posta Gmail. Quindi interrompi quel continuo scorrimento e smettila con la tua dipendenza eccessiva dalla barra di ricerca: con queste strategie, sarà semplicissimo ottimizzare il tuo account.

Ordina per Non Letto

Per coloro che preferiscono mantenere il loro numero di messaggi “non letti” al minimo, questo è un approccio all’organizzazione immediatamente accessibile.

Vai alle tue impostazioni e fai clic su “Posta in arrivo”. In “Tipo di posta in arrivo”, puoi selezionare “prima i non letti” per creare due sezioni distinte: una per i messaggi non letti e una per tutti gli altri.

Se ti piace lasciare i messaggi come non letti per indicare che te ne occuperai in seguito, questo metodo è un modo semplice per mettere al primo posto i tuoi prossimi impegni.

Aggiungi a Tasks

Naturalmente, contrassegnare ogni messaggio come “letto” non piace a tutti. Alcuni preferiscono l’inverso, dove lo stato “non letto” significa che non vale la pena leggere l’e-mail.

In tal caso, Gmail può aiutarti spostando i messaggi prioritari nella sua lista di controllo integrata, Tasks.

Un facile sistema di promemoria, Tasks mette le cose da fare in un indice accessibile dalla posta in arrivo. Se aggiungi un orario ad un’attività, l’app la aggiungerà anche al tuo Google Calendar.

L’implementazione di questa funzione è semplice: basta fare clic su un’e-mail e selezionare “Aggiungi a Tasks” dal pulsante con i puntini di sospensione verticali sotto la barra di ricerca. Il nome e la categoria dell’attività possono essere modificati come preferisci. Inoltre, l’attività creerà automaticamente un collegamento all’e-mail stessa.

Etichette

Questo qui è il punto di svolta. Per chi non lo sapesse, le etichette sono tag che classificano le e-mail a prima vista. Oltre ad aggiungere un titolo chiarificatore, le etichette raggruppano anche le e-mail in un elenco separato nella posta in arrivo. È possibile organizzare ulteriormente queste sezioni creando sottocategorie.

Le etichette possono anche essere colorate.

Quando devi gestire più tipi di messaggi, etichettare ciascuna e-mail in base al contenuto ti consentirà di affrontare più comodamente ogni argomento a turno.

 

Stelle e importanza

Per classificare le e-mail più rapidamente, puoi anche fare clic sull’icona a forma di stella accanto alla casella di spunta nelle tue e-mail. In questo modo viene ordinato ogni messaggio nella categoria “speciale” già predisposta di Gmail.

Puoi anche dare la priorità alle e-mail facendo clic sull’icona a forma di chevron accanto alla stella, che le inserirà nella categoria “importante”. Tieni presente che, fino a quando imposti Gmail a fare diversamente, il servizio tende a etichettare ogni e-mail che ti viene inviata come “importante”, come impostazione predefinita.

Combina, assegna le priorità o utilizza in altro modo queste strategie come preferisci e sarai sulla buona strada per una casella di posta più intelligente e pulita.

Per ulteriori suggerimenti sulla gestione della vita in ufficio e sull’implementazione del software, iscriviti per ricevere gratuitamente la nostra rivista!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Dai un senso al marketing: una guida rapida per iniziare

Ho una domanda per chiunque gestisca un MSP o un’azienda di telecomunicazioni: credi nel marketing?

Per molti, la risposta è no. Forse pensi che il marketing esuli dalle tue normali mansioni, che sia troppo complicato da gestire o che la tua attività cresca grazie ai referral dei tuoi clienti esistenti. 

Vorrei raccontare una storia a chi la pensa così. 

Vorrei condividere l’esperienza di un’azienda di telecomunicazioni, che gestiva un’attività di successo e aveva ambiziosi piani di crescita.

Credeva nel proprio potenziale e, oltre a un team qualificato, aveva anche un CEO molto ambizioso.

Un anno fa, questa azienda ha firmato un contratto con Wildix. 

Gran parte del successo di quest’azienda deriva dal marketing, in particolare dalla promozione dei propri prodotti e servizi sui social media, focalizzata sulle esigenze di business dei clienti.

Ma la crescita di quest’azienda non è stata solo una questione di dove indirizzare la strategia di marketing. In realtà, si è impegnata completamente nel piano di marketing e ha investito in attività di marketing produttive.

Ma supponi di iniziare il tuo programma di marketing dal nulla. Da dove cominciare?

Secondo una ricerca di Sirius Decisions, un contenuto di marketing davvero efficace si deve rivolgere ai clienti in tre fasi del processo di acquisto: istruzione, soluzione e selezione.

In che modo questo processo ha importanza? La prima fase del processo di acquisto, l’istruzione, è la più importante. 

Ricorda: viviamo nell’era dei servizi, non dei prodotti. Ciò significa che non è più necessario essere bravi a vendere, bisogna essere bravi a istruire i potenziali clienti sul perché i tuoi servizi hanno valore.

Fortunatamente, comunicare le prove delle capacità della tua azienda è più facile con Wildix.

Puoi accedere online al Wildix marketing kit, che include presentazioni, grafica e altri strumenti per costruire campagne di marketing. Wildix pubblica anche una brochure di vendita che mostra ciò che siamo in grado di offrire e, soprattutto, le storie di successo dei clienti Wildix.

Raccontiamo queste storie perché la voce del cliente è più importante di qualsiasi scheda tecnica. Per i clienti, gli elogi dei consumatori sono sempre il messaggio più convincente.

Per mostrare i risultati concreti, consentitemi di tornare al partner di cui ho parlato prima. Si tratta una società britannica chiamata ElemenTel, che ha cose fantastiche da dire su come sia lavorare con Wildix!

In una testimonianza video che abbiamo prodotto, ElemenTel ha detto:

“Wildix ci fornisce entrate continue, una soluzione OPEX. Per noi è un’opportunità per fare qualcosa che storicamente non siamo stati in grado di fare. Da quando collaboriamo con Wildix, abbiamo visto aumentare i nostri profitti di circa il 30%”.

Poche parole che mostrano risultati reali e una vera esperienza e che spiegano il valore di Wildix molto meglio di quanto io possa mai fare.

Questo non solo prova il potere di un buon testimonial ma dimostra che, per commercializzare in modo efficace, tutto ciò di cui hai veramente bisogno è impegno e una base di clienti soddisfatti.

E quindi, ripeto la mia domanda: credi nel marketing?

Spero che ora la tua risposta sia “sì” e che tu creda nelle tue capacità di marketing.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

7 consigli per condurre il tuo Marketing Audit

How to Conduct a Marketing Audit
How to Conduct a Marketing Audit

Stabilire lo stato attuale del tuo marketing può sembrare un compito enorme e insormontabile, soprattutto se la tua azienda non ha nessuno dedicato a un ruolo di marketing. Allora che fare quando sai che devi fare qualcosa? Non temere, perché con questo semplice marketing audit sarai in grado di valutare il tuo impatto di marketing e come puoi creare un piano per un futuro di successo.

  1. Stabilisci i Tuoi Obiettivi

Una delle parti più importanti della creazione di un piano di marketing efficace è stabilire i tuoi obiettivi e ciò che vuoi ottenere attraverso le tue azioni. Come puoi trovare una strada per il successo se non sai nemmeno che aspetto ha il successo? Alex Chris, autore e Digital Marketing Consultant di reliablesoft.net, afferma: “Non annotare la tua strategia di web marketing, che include ciò che vuoi ottenere online e come farlo, è come guidare con gli occhi chiusi.” Puoi avere il sito web più elegante, spendere di più in post sui social media e inviare un milione di e-mail, ma tutto questo, se non hai un piano, non porterà a nulla.

  1. Valuta le Piattaforme Attuali

Non si tratta solo del sito Web, e-mail e siti di social media, ma di qualsiasi altro luogo, in cui la tua azienda potrebbe apparire online o offline, che porta il tuo nome. È importante essere scrupolosi durante questo primo passaggio. Potresti trovare qualsiasi cosa, dal nome della tua azienda, a un luogo, a forse un account Snapchat sfortunato che il tuo stagista ha creato due anni fa. Stabilire saldamente ogni modo in cui crei punti di contatto con i tuoi clienti al di fuori del tuo team di vendita deve essere incluso nel tuo media audit. Non puoi pianificare i tuoi passi per il futuro se non sai nemmeno da dove stai iniziando. Il primo passo dovrebbe essere abbastanza facile. Se non lo è, ecco un motivo in più per fare un controllo.

  1. Raccogli i Tuoi Dati

Il passaggio successivo consiste nel raccogliere quanti più dati e quante più statistiche possibili sulle tue piattaforme di marketing, in modo da poter valutare con precisione l’aspetto attuale delle tue capacità. Questo, ovviamente, sarà diverso per ogni piattaforma. Se stai conducendo una campagna e-mail, è importante esaminare da vicino le percentuali di consegna, apertura e clic. Questi numeri riguardano chi sta visualizza il tuo messaggio e se recepisce le informazioni. I tassi di consegna indicano che le tue e-mail vengono ricevute, ma se non vengono aperte, vuol dire che i tuoi clienti non si preoccupano nemmeno di aprirle o che il tuo messaggio viene inviato direttamente allo spam. Le percentuali di clic indicano che i tuoi clienti sono interessati a ciò che hai da dire e che hanno fatto il passo successivo, per saperne di più su ciò che offri o su ciò che la tua azienda fa.

Quando dai un’occhiata al tuo sito web, è imperativo che tu ti ponga alcune domande chiave. Quanti visitatori ha la tua pagina? Quanto tempo trascorrono sulla tua pagina? Quante volte fanno clic su pagine diverse? Questi numeri ti dicono quante persone ricevono il tuo messaggio, quanto tempo impiegano a recepire le tue informazioni e quante di loro fanno il passo successivo per saperne di più.

Per i social media, è importante avere un pensiero critico per immergerti nelle statistiche. Mi piace, follower e visualizzazioni sono tutti importanti, ma non sono i numeri più importanti. Quando si esaminano i punti statistici, è obbligatorio osservare le percentuali del proprio engagement. Se hai 1.000.000 di follower, 100 Mi piace su un post non sono così impressionanti. Ma se hai 1.000 follower, 100 suona molto meglio. Fortunatamente per te, la maggior parte dei tuoi siti avrà questi dati integrati. Ti diranno quando, dove, chi e quante persone guardano le tue piattaforme e quali sono le loro preferenze quando osservano i tuoi contenuti.

  1. Valuta l’infrastruttura

Ora che hai stabilito le tue piattaforme esistenti e le statistiche alla base delle tue prestazioni, il prossimo elemento da valutare è la tua infrastruttura. Innanzitutto, devi avere un sito web, che deve essere facile da navigare e deve funzionare rapidamente. Con rapidamente si intende che il 47% delle persone si aspetta che un sito web venga caricato in due secondi o meno. Inoltre, il 38% delle persone afferma di smettere di navigare su un sito se il layout non è attraente. Deve essere facile da usare, altrimenti i tuoi clienti passeranno a un sito più intuitivo.

Lo stesso vale per i social media: l’infrastruttura deve essere a posto. La struttura fondamentale deve essere quella di una pagina aziendale reale, non di un profilo personale ordinario. Inoltre, la presentazione della tua azienda online non può essere solamente il profilo LinkedIn del proprietario. Una persona non è l’intera azienda e il tuo marchio deve essere rappresentato nel suo insieme. Far sì che i tuoi dipendenti colleghino i loro profili alla pagina della tua azienda può essere estremamente utile in termini di diffusione della notorietà della tua azienda, ma la tua azienda deve essere rappresentata come un vero e proprio business.

Parte della valutazione di tale infrastruttura è assicurarsi che i profili dei social media siano completi. La tua pagina ha un’immagine del profilo e un’intestazione? C’è un link al tuo sito web? Gli orari d’ufficio e le informazioni aziendali sono facilmente disponibili? Sappiamo tutti che cercare qualcosa su Facebook non è esattamente come farlo su Google, ma se i tuoi clienti ti cercano in quello spazio è importante che la tua azienda abbia tutte le informazioni disponibili. Inoltre, più un profilo è completo, più è probabile che venga visualizzato in una ricerca.

Questa è davvero un’ottima opportunità per iniziare a creare un quadro delle esigenze infrastrutturali per il tuo futuro. Se hai valutato che il tuo sito web è buono e hai una solida presenza sui social media, ma carente nel reparto di e-mail marketing, prenditi del tempo per pensare a ciò di cui il tuo team ha bisogno e cosa vuole da un sistema. Qualcosa di semplice che chiunque nella tua squadra può usare? Qualcosa di più approfondito, che puoi costruire nel tempo? Con degli obiettivi finali in mente, puoi davvero iniziare a definire quale tipo di infrastruttura futura potrebbe essere adatta alla tua azienda.

  1. Analizza Integrazioni e Conversioni

Una volta che le tue piattaforme di marketing sono state stabilite, che hai una buona idea di cosa sta succedendo con i tuoi consumatori su quei siti e l’infrastruttura è stata valutata, è tempo di dare un’occhiata alle tue integrazioni e conversioni. È fondamentale che tutte le tue piattaforme di marketing siano completamente integrate tra loro a livello di marketing. Assicurandoti che questi siti siano collegati tra loro, contribuisci a spostare i tuoi clienti sulla piattaforma in cui è più probabile che tu possa contattarli e concludere la vendita. Se le persone ti trovano sui social media, c’è un modo per portarle sul tuo sito web? Le persone possono fare clic sulle tue e-mail per saperne di più sulle tue landing page? Se le tue piattaforme di marketing sono collegate ma si limitano a girare insieme in un cerchio 2D, invece di guidare i tuoi potenziali clienti lungo un imbuto 3D, non ne trarrai molto vantaggio. I tuoi punti di marketing devono collaborare tutti per aiutarti a convertire potenziali clienti in clienti reali, altrimenti non ha senso. Collegare le cose crea un ecosistema digitale e un percorso per il cliente.

  1. Pianifica il Futuro

Poiché hai già definito l’ambito del tuo progetto, i budget, le tempistiche, ecc., puoi prendere tutte le informazioni che hai raccolto e iniziare a fare un piano per il futuro. È fondamentale rimanere saldamente entro limiti realistici per il tuo team. Se devi lottare per pubblicare sui social media anche una volta al mese, farlo ogni giorno sarà probabilmente impossibile. Prova a pensare a come pubblicare una o due volte alla settimana, finché non sei davvero entrato nel vivo delle cose. Se non hai il tempo o il budget per un’intera revisione del tuo sito web, aggiorna alcuni grafici o rendi le tue pagine più facili da navigare. Questi cambiamenti di marketing non devono essere un intero rinnovamento per la tua azienda, ma un processo in continua evoluzione.

È importante sottolineare che la qualità è la tua migliore amica. Sì, i video sono fondamentali in questo momento, ma nessuno vuole guardare un video traballante sull’iPhone. Prenditi seriamente del tempo per pensare bene a come vuoi che sia il tuo futuro marketing, a come puoi renderlo rappresentativo della tua azienda e mantenerlo professionale. La creazione e la cura dei contenuti è una parte davvero significativa di questo passaggio perché, come detto in precedenza relativamente al web design, la prima impressione che ha il tuo cliente può portarlo a navigare più in profondità nel tuo funnel di vendita o abbandonare completamente. Se la creazione di tutto questo contenuto è troppo impegnativa per il tuo team o se semplicemente non hai le risorse a portata di mano, considera di esternalizzare il lavoro di marketing.

  1. Studia e Ripeti

Il passaggio finale di questo audit è apportare le modifiche, studiare i risultati, sfoltire e ripetere. Poiché hai avuto un piano sin dall’inizio, sarai in grado di valutare con precisione se le tue azioni fino ad ora ti hanno portato dove volevi essere. Gli strumenti forniti dalle tue piattaforme ti aiuteranno a misurare le informazioni relative a come le persone assorbono ciò che stai pubblicando. Dopo un mese, tre mesi o anche sei mesi, ricomincia dall’inizio questo audit e fai un confronto con il primo. Cosa funziona meglio del previsto? Cosa peggio? Come puoi trovare una soluzione per migliorare ulteriormente il tuo marketing?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...