4 consigli essenziali per costruire una strategia di marketing

Strategy“La strategia è allontanarsi dalla competizione. Non è una questione di essere migliore a fare quello che fai – è una questione di essere diverso nel farlo.” – Michael Porter, Economist

Quali sono i tuoi obiettivi? Quali sono i valori della tua azienda? Che cosa fornisce la tua azienda? Che cosa la differenzia dai concorrenti? Queste sono tutti aspetti che devi considerare nello sviluppo della tua strategia.

Compito: Creare una strategia di marketing. Sembra abbastanza facile, tuttavia quando si tratta di sviluppare una strategia di marketing efficace, entrano in gioco impegno, idee e lavoro. Chiunque può condividere informazioni sui social media o spedire email. Ma la tua strategia di marketing deve essere più di questo.

Ecco 4 step per creare una strategia di marketing efficace.

Step 1: Compiere un’analisi della situazione della tua azienda

Questo implica guardare alla tua azienda nella sua totalità. Sia da una prospettiva interna sia da una prospettiva esterna. E’ probabile che tu abbia sentito parlare di analisi SWOT, ma se così non fosse: SWOT sta per analisi punti forti, punti deboli, opportunità e minacce.

I punti di forza e di debolezza si riferiscono agli aspetti interni alla tua azienda, aspetti che tu puoi controllare. Per analizzare i tuoi punti di forza, poniti domande come: in cosa sei bravo? Che cosa ti differenzia dalla concorrenza? Quale è il tuo vantaggio reale, che ti rende competitivo? Ai tuoi clienti cosa piace di te?

I punti di debolezza sono più difficili da analizzare, perché tu generalmente sei così coinvolto nell’azienda o nel prodotto che è difficile avere una certa obiettività. Ma puoi cominciare domandandoti: il settore o il mercato è già saturo di prodotti o servizi simili? Il mio staff è qualificato per svolgere il lavoro al meglio delle sue capacità? Il settore ha bisogno di un prodotto come il mio? E così via.

Partendo da qui, puoi considerare le opportunità e le minacce, che sono esterne. Ciò significa che devi valutare tutti i fattori esterni sui cui non hai un controllo immediato. Queste opportunità potrebbero rappresentare un’apertura nel mercato, per consentire un migliore accesso, o potrebbe esserci un improvviso aumento della popolarità del tuo settore di cui si può approfittare.

Le minacce sono molto facili da rilevare. Possono essere qualsiasi cosa, dalla forte competizione alle offerte simili alla tua, disponibili ad un prezzo inferiore, più attività di marketing e pubblicità da parte di aziende simili, mancanza di budget, etc.

Ok,adesso hai completato la tua analisi SWOT… E ora che te ne fai?

Dando un’occhiata a questa analisi, guarda se puoi creare delle connessioni. Come puoi convertire le tue debolezze in punti di forza? Questi ultimi ti possono condurre verso nuove opportunità? Di cosa hai bisogno internamente per trarre vantaggio da queste opportunità? Come neutralizzi al meglio le minacce?

Step 2: Definisci i tuoi obiettivi generali di business

Lo Step 2 è il passo successivo alla creazione della tua analisi SWOT. Hai impiegato del tempo per valutare tutti gli aspetti, interni ed esterni, che possono incidere sul tuo business. Adesso occorre definire chiaramente quello che vuoi che la tua azienda faccia. Quali risultati speri di ottenere in una situazione ideale?

Adesso prendi questi obiettivi e applicali alle tue tattiche di marketing. Come possono aiutarti a raggiungere lo scopo? Cosa tenti di ottenere con il tuo piano marketing?

Tieni a mente che potresti avere piani di marketing diversi, calibrati su un pubblico diverso in modo da raggiungere obiettivi aziendali diversi.

Step 3: Definisci il tuo target ideale

Una volta completata l’analisi della situazione e definiti i tuoi obiettivi, è tempo di comprendere quale è il tuo target. Chi utilizzerà il tuo prodotto o servizio? Chi trarrà maggior beneficio dal tuo prodotto o servizio?

Per fare questo, inizia con il tuo cliente ideale. Considera tutti gli aspetti del tuo cliente perfetto, da come si veste, cosa mangia, cosa guida, etc. Da lì, considera le altre tipologie di clienti secondari che potrebbero acquistare da te, e definisci anche tutti i loro interessi.

Step 4: Creare materiale di marketing per raggiungere il target giusto

Per realizzare materiale di marketing che raggiunga il target giusto, tieni bene a mente il cliente ideale che hai individuato nello Step 3. Questa informazione è essenziale per aiutarti a creare un marketing targettizzato. Puoi creare pubblicità che sono indirizzate alla gente che ama le auto, i vestiti, il cibo, i competitors e gli altri interessi che hai definito per il tuo cliente ideale e quindi inviare il tuo messaggio proprio alle persone che hanno un’alta probabilità di acquistare da te.

Ad esempio: tu vendi attrezzatura da campeggio. Al tuo cliente ideale probabilmente piace la natura, le tende, Patagonia, North Face, guida una jeep, ama le scalate, etc.

Puoi creare pubblicità che si concentrano proprio su questi interessi.

Esempio: Una pubblicità mostra persone sedute su una rupe che vestono Patagonia e bevono caffè da un thermos. Un’altra pubblicità mostra una coppia in jeep, con indosso abiti North Face e con l’attrezzatura da campeggio all’interno della macchina.

Puoi evocare gli interessi dei clienti sia attraverso immagini sia attraverso testi (preferibilmente entrambi), per attrarre le persone verso la tua pubblicità.

Ricorda sempre di tenere questo concetto a mente per altri format di marketing, siano essi newsletter, direct e-mail, manifesti o qualsiasi altro strumento tu decida di usare con i tuoi clienti.

Conosci il tuo prodotto, conosci il tuo cliente, e realizza qualcosa che possa parlare loro.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Social Sharing
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *