T.38 è inutile per trasmettere fax

T.38 è inutile per trasmettere fax, usa RTP.

Questa è la frase usata dagli operatori VoIP che sentiamo dal 2005.

L’operatore che non supporta t.38 ti dirà che i fax vanno benissimo anche in g.711 .. Tanto è il cliente a vedere i fax che non vengono trasmessi – e l’installatore del sistema telefonico a sorbirsi le lamentele. Analizziamo i fatti.

A che condizioni può andare?

  • Disabilitare ECM (con tutti i problemi connessi)
  • Ridurre velocità a 9600baud
  • 0 perdita pacchetti e jitter minimo
  • bassa latenza
  • Chiamata in codec g.711a / g.711u (occupazione 80 kbit/s – bidirezionale)
  • fax brevi (poche pagine) – con poca grafica
  • ATA di alta qualità (che non viene fornito di solito da operatori)

Questo significa che funzionerà solo dopo ore perse a riconfigurare fax obsoleti – cercando manuali ormai introvabili e SOLO se la qualità della linea internet è perfetta e solo se i fax sono di veloce trasmissione.

Disabilitare ECM (https://en.wikipedia.org/wiki/Error_correction_mode) significa togliere una funzione di controllo d’errore importantissima:

ECM automatically detects and corrects errors in the fax transmission process that are sometimes caused by telephone line noise.

La trasmissione con ECM disabilitato verrà in genere completata, visto che gli errori non portano ad una ritrasmissione, ma in molti casi con errori grafici – il che costringerà a ritrasmettere il fax. Molti fax per questo motivo non riportano con esito 100 % positivo trasmissioni fax non-ECM. Il motivo è semplice: il ricevente deve assicurarsi che il fax sia accettabile. ECM è una funzione utile e dovrebbe essere sempre attiva quando possibile.

E se rimangono problemi?

Come spesso succede casualmente l’operatore si è preparato in anticipo e propone un server fax – a pagamento o gratis. Non importa che il cliente vuole e deve usare il vecchio fax nel suo ufficio e non ne vuole sapere.

Possibile non ci sia una soluzione?

I fax vengono trasmessi con comunicazione modem – una trasmissione RTP è un metodo altamente a rischio per trasportare il segnale di un modem.

E T.38 é lo standard di riferimento per trasmettere fax su IP https://en.wikipedia.org/wiki/T.38.

  • utilizzo massimo banda 20 Kbit/s (mono direzionale)
  • 10 volte meno banda utilizzata
  • resistente a perdita pacchetti / jitter grazie a ridondanza pacchetti
  • offre migliore sincronizzazione PCM
  • permette di limitare lato ATA la velocità (massimo 14.4 kbaud)

I vantaggi sono evidenti e se T.38 non fosse stato utile / necessario sviluppatori e aziende in tutto il mondo non avrebbero perso tempo a realizzarlo.

E come vediamo nell’immagine sotto T-38 permette di verificare con precisione una trasmissione FAX tramite tool come Wireshark.

successcfr

Operatori come Messagenet e TWT che lo supportano permettono trasmissioni affidabili – chi lo dismette o non lo supporta fa l’opposto creando problemi e malfunzionamenti random.

Oltre a trunk SIP con operatori, anche i media gateway PRI / BRI devono supportare ed utilizzare T.38 per la trasmissione di fax. Quando si usa questo tipo di gateway è importante impostare la corretta sorgente del clock, di solito la rete pubblica, per evitare problemi di pagine ricevute tagliate o altri errori di comunicazione.

Cosa faccio se posso usare solo RTP?

Detto questo, in Francia ed in Germania il T.38 non é mai stato popolare, anche in questi paesi con Wildix i risultati sono buoni grazie ad accorgimenti specifici che abbiamo preso.

Su traffico puro RTP g.711 mulaw / alaw i nostri media gateway e server fax disabilitano automaticamente echo canceling e qualsiasi trattazione dell’audio, incrementano il jitter buffer quando capiscono che é in corso una trasmissione modem / fax per evitare di scartare dei pacchetti. Permettiamo inoltre per singola chiamata di forzare codec non compressi e lo facciamo automaticamente se la chiamata é verso un utente di tipo fax.

In questo modo riusciamo a funzionare correttamente i fax su traffico RTP e, in moltissimi casi, anche PoS e addirittura modem (a basse velocità chiaramente).

Tutto il SW e HW Wildix fa le operazioni sopra automaticamente – se usi altro HW dovrai fare queste modifiche da solo. E devi anche assicurarti che l’HW installato (soprattutto media gateway economici) non introducano problemi di sincronismo che fanno fallire la trasmissione fax.

In ogni caso rimangono valide le indicazioni riportare all’inizio, se la linea internet perde pacchetti la connessione fallirà. L’unica speranza è che il fax sia breve in questi casi.

Conclusioni

Stiamo vedendo molti operatori che avevamo certificato e che funzionavano correttamente fare dei passi indietro e togliere il supporto per T.38.

Wildix da sempre spinge per l’utilizzo di T.38 e ha implementato questo protocollo in tutti i suoi dispositivi e software.

C’é una soluzione a trasmissioni fax non affidabili:

scegliere un operatore e dei dispositivi SIP che supportano T.38 correttamente

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (9 votes, average: 4,89 out of 5)
Loading...
Social Sharing
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *