API per la telefonia UCaaS

Phone APIs in Communications: Tools for Custom UCaaS Systems

Tra tutti i cambiamenti che hanno colpito il settore della telefonia, uno dei più importanti riguarda il ruolo dell’installatore. Con le UC&C e il passaggio alle frontiere digitali, la telefonia entra a far parte del settore IT: un provider non si limita più quindi a collegare e connettere i prodotti così come sono, ma diventa un vero e proprio sviluppatore.

In parte, ciò è dovuto al fatto che il settore si è aperto a elementi digitali, come la programmazione o i software, ma vi è sicuramente anche un’esigenza di differenziazione. Prendiamo ad esempio una soluzione comune, i centralini virtuali: le funzioni disponibili sono ormai molto simili tra loro, sono quindi i singoli sviluppatori che devono contribuire con il proprio valore aggiunto.

Come qualsiasi professionista del settore può confermare, sviluppare un codice specializzato per ogni singola installazione è ben lontano dalla realtà. Creare una routine personalizzata completamente nuova richiederebbe il livello di conoscenza di uno sviluppatore di software, e comporterebbe inoltre un notevole dispendio di tempo, il che potrebbe rappresentare un ostacolo per la maggior parte dei clienti.

La soluzione è trovare una via di mezzo nello sviluppo: le API (Application Programming Interfaces). Queste consentono agli integratori di sistemi di aggiungere in modo efficiente funzioni ai loro PBX attraverso una semplice integrazione. Con la padronanza di questo concetto, i MSP possono distinguersi rapidamente sul mercato e costruirsi una miglior reputazione basata sui servizi offerti, piuttosto che sulle proprie soluzioni.

Che Cos’è un’API?

Un’API, in breve, è un meccanismo che permette al software di comunicare determinati dati con altri programmi. Per chi non è tecnico, è più facile pensare ad un contratto: un programma richiede all’altro informazioni entro parametri prestabiliti, e l’altro deve soddisfare la richiesta.

In concreto, le API telefoniche sono un modo semplice per integrare il PBX con sistemi normalmente non supportati dal fornitore. Dato che le API sono un modo semplice per istruire più programmi a scambiare dati, un PBX può essere programmato attraverso le sue API per sincronizzarsi con quelle di un altro sistema. Di conseguenza, il software esterno verrà eseguito all’interno del PBX.

Da notare inoltre che le API telefoniche hanno in genere funzioni preimpostate come parte delle opzioni di programmazione, il che significa che basta una formazione basilare per impostare routine personalizzate al loro interno. Anche in questo caso, l’uso di queste API è piuttosto semplice rispetto alle normali attività di programmazione.

Esempi di API Telefoniche

Quando si configura qualsiasi cosa, dalle videochiamate ai telefoni desktop, le API nei prodotti rendono sempre più efficaci le installazioni dei PBX grazie al loro ampio potenziale di integrazione.

Supponiamo, ad esempio, che un cliente svolga la maggior parte del suo lavoro di contabilità e pianificazione della produzione all’interno di un ERP. Anche se il PBX non supporta innatamente l’integrazione con questo ERP, utilizzando le API l’installatore può programmare rapidamente il sistema per comunicare con il software ERP. Una volta completata la personalizzazione dell’API telefonica, il cliente può inviare automaticamente i dati all’ERP attraverso il PBX e vedere le informazioni più importanti dell’ERP nell’interfaccia di comunicazione digitale principale.

Tuttavia, questo è solo un caso d’uso potenziale. In realtà, quasi tutti gli strumenti aziendali possono essere integrati nel PBX, purché sia possibile configurare le API del sistema di comunicazione e del software esterno.

Per prima cosa, ciò significa che con la giusta scelta del PBX e una sufficiente competenza, è possibile trasformare una configurazione VoIP nel vero cuore delle operazioni commerciali di un’azienda, con tutti gli strumenti più utilizzati accessibili da un’unica interfaccia.

Allo stesso tempo, questo comporta che per aggiungere funzioni alle vostre installazioni non è più necessario costruirle da soli. Al contrario, se riuscite a trovare un’applicazione esterna pertinente per quella funzione, potete semplicemente integrare le API telefoniche. In entrambi i casi, dal punto di vista del cliente, è come se aveste aggiunto la funzione direttamente all’installazione.

API Telefoniche Chiuse e Aperte nei Prodotti

Dobbiamo però fare attenzione al fatto che tale personalizzazione non è possibile con tutti i sistemi. Nei sistemi VoIP, le API non sono una parte innatamente modificabile di ogni PBX; in effetti, con molti fornitori, non sono nemmeno accessibili.

Ricordate che le API nei prodotti sono essenzialmente uno strumento di sviluppo aggiuntivo messo in atto dagli sviluppatori originali del sistema. Piuttosto che una parte intrinseca del codice del software, le API sono una funzione aggiuntiva che può essere resa disponibile o meno a distributori terzi. Di conseguenza, è possibile chiudere semplicemente questo componente del sistema.

Queste sono note come “API chiuse” e, per loro stessa natura, eliminano la possibilità di funzioni e integrazioni personalizzate. Purtroppo, in questi casi un MSP può fare ben poco per modificare le funzionalità del PBX, il che ovviamente gli impedisce di offrire i propri servizi per implementazioni personalizzate.

Prima di pensare a come utilizzare le API nelle comunicazioni, quindi, è necessario scegliere un PBX con API aperte, idealmente con un marchio progettato per supportare tale personalizzazione.

Distribuzione delle API Telefoniche per la Comunicazione

Ovviamente, l’implementazione di un’API telefonica è un tema troppo dettagliato per essere spiegato in un singolo post del blog. Possiamo comunque riassumere il processo in sei passaggi chiave:

  1. Concettualizzare il progetto finito: iniziate pensando al vostro scopo. Che tipo di funzionalità si prevede di aggiungere al PBX con questa integrazione? La pianificazione deve essere il più dettagliata possibile e deve essere fatta prima di iniziare il lavoro.
  2. Ricercare le applicazioni coinvolte: anche quando si utilizzano le API, è necessario avere una conoscenza di base delle applicazioni. Supponendo di conoscere già le API del sistema di comunicazione, studiate anche quelle del software esterno.
  3. Costruire l’integrazione: qui inizia il duro lavoro. Codificate l’integrazione in entrambi i prodotti supportati dall’API, tenendo traccia di come avete proceduto in seguito.
  4. Testare l’integrazione: prima di dimostrare l’integrazione, è necessario verificare che sia completamente stabile. Eseguitela nel maggior numero possibile di scenari per assicurarvi che sia di utilità pratica per il vostro cliente.
  5. Documentare il processo: una volta certi che l’integrazione è stabile, vi sarà utile in futuro conoscere la vostra esatta procedura di sviluppo. Registrate le fasi dell’integrazione e assicuratevi di includere le linee di codice effettive per facilitare la consultazione.
  6. Distribuzione: finalmente si può mostrare la configurazione completata al cliente. Ricordate di prendervi il merito: l’utente finale potrebbe non sapere che questa nuova funzionalità è possibile grazie ai vostri servizi.

In generale, queste fasi del processo vi aiuteranno a garantire un uso coerente ed efficace delle API.

L’importanza delle API per un MSP

Ancora una volta, ciò che queste funzionalità apportano all’offerta di vendita di un MSP è una maggiore personalizzazione e, di conseguenza, un maggiore potenziale di vendita. Certo, esistono differenze tra i singoli PBX, ma in molti casi queste differenze da sole sono irrilevanti per un cliente finale, in termini di valore commerciale. Per soddisfare al meglio gli interessi dei clienti, conviene offrire un’integrazione unica nel suo genere con gli strumenti che già utilizzano.

Le possibilità di vendita offerte da questo processo dimostrano anche l’importanza di scegliere un PBX che sia veramente dedicato alla vendita attraverso il canale. Poiché molti fornitori chiudono di proposito l’accesso alle API, si può essere esclusi da questa opportunità fin dall’inizio. Per evitare che ciò accada, è necessario trovare un fornitore che offra la possibilità di personalizzare le API del sistema.

Questa è una delle ragioni principali per le quali il sistema Wildix contribuisce al successo dei MSP. Con Wildix, le API del sistema sono aperte e pronte per la personalizzazione, e gli installatori sono ampiamente incoraggiati a imparare a usarle per implementare un sistema che metta in mostra le loro competenze tecniche. Questo è solo uno dei tanti modi in cui Wildix si impegna a sostenere la crescita del canale.

In ogni caso, vendere le proprie competenze è fondamentale per distinguersi sul mercato e altrettanto importante per mantenere le relazioni con i clienti. Oggi, i servizi e le competenze tecniche contano più che mai, ed è conveniente (letteralmente) avere una scorciatoia per ottenere un numero maggiore di funzionalità e integrazioni di nicchia. Senza le API aperte, vi perderete questi vantaggi e il conseguente aumento del rendimento.

Per ulteriori suggerimenti su tecnologia e vendite, registrati ora per ricevere gratuitamente il nostro magazine!

Social Sharing
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.